Condividi fake-news? Facebook non te lo perdonerà!

La lotta di Facebook contro le c.d. fake-news si fa ancora più aspra e si estende alle pagine che le pubblicano. Fino ad ora la strategia di Facebook è stata quella di impedire la sponsorizzazione di contenuti che rimandavano ad una pagina contenente notizie false. L’inserzionista che si vedeva rifiutata la sponsorizzazione poteva comunque continuare la sua attività sul social network, condividendo notizie false senza fare uso di sponsorizzazioni a pagamento. Nulla gli impediva di chiedere la sponsorizzazione di altre fake-news,  magari nella speranza di eludere il filtro di Facebook.

Cosa cambia con il nuovo aggiornamento contro le fake-news

Con un nuovo aggiornamento, presentato ieri,  la società di Menlo Park impedirà la possibilità di effettuare qualsiasi inserzione alle Pagine che avranno ripetutamente condiviso fake-news. La differenza è notevole, perchè la limitazione precedente riguardava la singola sponsorizzazione e non l’inserzionista, ma sopratutto perchè adesso il controllo non si limita al contenuto da sponsorizzare, ma anche ai contenuti condivisi precedentemente dalle pagine senza ricorrere alle ads.

L’intento di Facebook, anche a costo di rimetterci soldi (nel breve periodo), è quello di mantenere al suo interno un flusso di notizie e contenuti più genuino possibile, per garantire un’esperienza piacevole e interessante a tutti gli utenti.